BachecaIn Primo PianoNews

Concorso di idee “Liberi di volare”: vince il Liceo Artistico Perugini con Roberta Campaniello [4L]

Roberta Campaniello – 4L

Il Liceo Artistico Perugini con l’elaborato di Roberta Campaniello studentessa della classe 4L indirizzo di grafica ha vinto il concorso di idee “Liberi di volare”, indetto dal Comitato Vola Gino Lisa. Obiettivo del concorso rilanciare l’immagine dell’aeroporto e proporre alle autorità competenti, Aeroporti di Puglia, Comune e Provincia, il nuovo logo per lo scalo di Capitanata.

Lo scalo è una “porta” che mette in comunicazione luoghi distanti. Come Porta Arpana, la prima porta e anche la più grande delle antiche mura che circondavano la città.
Il logo di Roberta Campaniello guidata dalla docente Antonietta Ciavarella si ispira proprio ai Tre archi.
“L’iniziativa ha avuto come unico scopo quello di stimolare chi ne ha l’effettivo potere ad una modifica, attraverso la proposta nata dal confronto tra gli studenti – si legge nel comunicato stampa del Comitato Vola Gino Lisa presieduto da Sergio Venturino. –
Il concorso, infatti, ha visto impegnati gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Foggia per la ricerca di un nuovo nome in grado di richiamare, con le giuste motivazioni, la memoria di un luogo o di un personaggio importante per il territorio, che si sia caratterizzato per l’impegno civico, politico, religioso, nonché la ricerca di un nuovo logo che rappresenti efficacemente l’aeroporto foggiano”.
Alla studentessa e ai docenti del Liceo Artistico, i complimenti del dirigente scolastico, Prof. Giuseppe Trecca.
Arianna Savino – 4L
Al terzo posto si è classificata Arianna Savino sempre della classe 4L. Hanno partecipato al concorso anche gli studenti della 4N di grafica guidata dalla prof.ssa Laura Maggi.
Il Comitato “Vola Gino Lisa” assegnerà ai vincitori, un premio consistente in un briefing di prevolo della durata di 30 minuti e a seguire un volo sul simulatore Boeing 737-800 NG (presente nella città di Foggia) della durata di 60 minuti, un esperto li guiderà in questa avventura.
La scommessa ora affidata a Comune e Provincia è quella di accogliere la proposta degli studenti e farla diventare realtà.